I castori sono dei roditori, come tutte saprete. Costruiscono delle dighe, per creare un loro habitat. Questo habitat viene poi ad essere visitato ed abitato da molti altri animali: anatre, folaghe, lontre, cervi, alci, pesci, volpi, lupi, uccelli di varie fogge, eccetera. Profittano del suo lavoro.
Lui, il castoro, poi se ne va ramingo per i fatti suoi. Deve stare attento ai suoi predatori.

Il castoro è un creatore di ecosistemi (in poche parole).
Ecco: date al ragazzo APC l’opportunità di costruire le sue dighe.

(Se vogliamo poi inoltrarci un poco più nella metafora, vediamo che il castoro ha vita dura in un ambiente troppo antropizzato. L’uomo lo allontana e distrugge le sue dighe, perché il castoro, con esse, inonda terreni ad altro scopo destinati. Deve quindi regolamentarne l’esistenza.

Ciò significa che troppa disciplinamento lo rovina).